Pressa garbatrice sottopiedi con alimentazione manuale, scarico automatico gruppo distacco sottopiedi, radiatore raffreddamento olio

Presse-idrauliche-per-garbare-sottopiedi-BANF-P78-P78CC-P78S-P78SCC

Con questa macchina abbiamo ottenuto ciò che finora non è mai stato realizzato; cioè pressare il sottopiede potendolo inserire nello stampo a una posizione voluta; e a non permettergli di spostarsi in fase di pressatura.
Questo è stato possibile usando il nastro trasportatore che ci ha permesso:
1 - di poter posizionare il sottopiede sul nastro contro dei riferimenti che permettono la ripetibilità per tutta la serie.
2 - in fase di pressatura, mentre lo stampo scende e inizia a premere sul sottopiede; questo viene tenuto nella sua posizione originale del nastro in tensione, fino al contatto del contro stampo, e avviene la pressatura con il sottopiede che è sempre stato tenuto nella posizione che si è voluta.
Per effetto del nastro trasportatore mentre avviene la pressatura, l'operatore addetto alla macchina deve inserire sul nastro un altro sottopiede nei riferimenti di centratura in quanto come il temporizzatore che regola il tempo di pressata, dà il comando di apertura stampi, automaticamente si avrà lo scarico del sottopiede pressato e il carico di uno nuovo da pressare.
La macchina inoltre è prevista di due cilindri oleodinamici autocompensanti su cui poggiano i controstampi per permettere l’uso di stampi già in uso su altre macchine in quanto la nostra pressa è predisposta all'uso di qualsiasi stampo prodotto da altre Ditte.
I nastri usati, permettono di garantire una durata media da 1 a 3 mesi cadauno, in dipendenza al tipo di lavoro richiesto e al modo di impiego, ed in speciale modo alla preparazione del controstampo che non deve presentare spigoli o bordi taglienti che possano incidere i nastri stessi.

La produzione può variare da 600 a 900 paia orarie:
1 - potendo regolare il tempo di pressatur da 1 a 6 secondi;
2 - aumentando o diminuendo la velocità del trasporto.
I componenti oleodinamici o pneumatici sono raccolti in pannelli compatti ed in posizione comoda per qualsiasi ispezione.
Inoltre l'impianto elettrico posto sul frontale della macchina è stato progettato per dare le maggiori garanzie per la durata di funzionalità, in quanto la corrente elettrica di comando per elettrovalvola dei contatti di esercizio è di volt. 24 c.c.
Nell'impianto stesso è stato inserito un sistema di sicurezza consistente in una barriera di cellula fotoelettrica che proegge l'operatore da eventuali infortuni, se dovesse inavvertitamente introdurre mani o altro menre la pressa sta iniziando la discesa.

Dati tecnici
Dimensioni:cm 200 x 100 x 185
Peso netto:Kg 1800
Potenza Assorbita:Kw 5,5 + 0,5
Potenza:Tonn. 68
Torna su